Gotta catch ‘em all!

Qui DrillMaster,

ho deciso di prendermi una vacanza da tutto e da tutti, cosí ho optato per un viaggio nella regione di Kalos. Il clima é piacevole, é pieno di ragazzi e persone strambe, ma soprattutto… Hanno tutti in mano delle bizzarre sfere colorate e insistono per regalarmi dei mostriciattoli alquanto particolari che emettono strani versi… Vi faró sapere al mio ritorno come sará andata, buona vacanza a tutti!

pokemon-x-y-logos

“Dovresti sempre conoscere quali sono i tuoi limiti. E se non li conosci, verrai semplicemente battuto. Non dimenticarlo.”

Pokemon-X-and-Y-Full-HD-Wallpaper

É il 1996 quando Satoshi Tajiri, fondatore della Game Freak immagina esseri viventi correre lungo un cavo dopo aver preso in mano il Game Boy della Nintendo. Forse nemmeno lui si aspettava che le sue creature avrebbero dato vita ad un fenomeno planetario di tale portata: é un’invasione. Questi mostri portatili ipnotizzano i giocatori, incollando i loro occhi al piccolo schermo della consolle e le dita ai pulsanti, facendo impennare le vendite del Game Boy Color in maniera vertiginosa. Sono passati molti anni e da quel lontano 1996 sono uscite diverse decine di titoli della serie e altrettanti spin-off, fino ad arrivare a Pokémon X e Pokémon Y. Game Freak era chiamata ad una svolta, doveva modernizzare le meccaniche di gioco e sfruttare la potenza del Nintendo 3DS per far tornare l’appetito a tutti coloro che erano rimasti delusi dagli ultimi titoli della serie, considerati ormai troppo macchinosi e obsoleti. Inserite la cartuccia nel 3DS e preparatevi a passare dei guai…

Pokemon-X-and-Y

… Dei guai molto grossi

Uomo o donna? Deciso questo, selezionate i vari dettagli del vostro personaggio, allacciatevi le scarpe e iniziate a muovervi per Borgo Bozzetto. Pensavate che Nintendo avesse in qualche modo abbandonato la tendenza ai nomi pittoreschi? Se si, avete sbagliato ancora una volta. Il gioco abbonda di nomi evocativi, buffi e assurdamente belli. Fa parte del fascino di questa serie da sempre, e infatti é un elemento che non é cambiato. Dopo qualche minuto, arriverete a Rio Acquerello e riceverete il vostro primo Pokémon. Vi é giá tornata la voglia di avventura? Bastano pochi istanti con i comandi in mano e ci si rende conto immediatamente del lavoro mastodontico che Game Freak ha fatto su X e Y.

Pokemon-x-y-wallpaper-01  1375974139-serena-x-yveltal_copia_jpg_1280x720_crop_upscale_q85Pokemon-X-e-Y

Easy? Peasy!

Interagire con questo nuovo titolo é tanto facile quanto appagante: non si tratta piú di muoversi lungo sentieri e cercare Pokémon da catturare per i combattimenti, risolvendo enigmi anche prolissi e battendo i Capo Palestra delle varie cittá per ambire alla vittoria della Lega Pokémon. Tutta la meccanica di base del gioco é rimasta intatta, la storia é quella, ma é tutto quello che c’é nel mezzo ad aumentare la longevitá del titolo e, in modo esponenziale, il divertimento. I pattini sono uno dei mezzi di locomozione piú utilizzati, e sono coadiuvati da minigiochi che vi permettono di imparare figure acrobatiche da eseguire per accedere a particolari aree dell’ambientazione. Volete volare e surfare? Si puó fare come nei precedenti titoli, ma si puó fare molto prima. Volete cambiare i vestiti del personaggio? É possibile, volete prendervi cura dei vostri Pokémon? Accedete alla modalitá “Io e te” e accuditeli, per aumentarne il livello di affinitá con voi. Una nuova caratteristica a mio avviso stupenda con cui passo gran parte del tempo é il Super Allenamento Virtuale, che permette di incrementare le statistiche di un Pokémon in base a quello che desiderate fargli fare all’interno della squadra di sei elementi che dovrete come al solito scegliere con molta cura e una certa dose di brain…

pokemon_x_y_boxart__completed__fanmade__eng_jap__by_tr_rich_teh_devil-d5rb8ms gaming-pokemon-x-and-y-july-12-screenshots-10 snarario

…Training!

La missione Nintendo di questa generazione di Pokémon é quella di riprendere il cammino da dove era stato interrotto, ovvero tenendo i vecchi fan della serie e possibilmente acquisirne di nuovi. Questa é purtroppo una saga che é sempre stata accostata ad un pubblico molto giovane, ragazzini per lo piú, anche perché ad essere sinceri l’idea che questi videogames hanno sempre dato, é quella di giochi ovattati e zuccherosi, dove l’unica missione é quella di catturare piú creature possibile e farle combattere contro i vari allenatori incontrati durante la storyline. Questa chiave di lettura, non mi stancheró mai di dirlo, é decisamente errata. Faccio lo stesso discorso che ho fatto per altri giochi, che é quello di “Aprirsi” ad altre interpretazioni. Provate a guardare un Pokémon dal punto di vista del suo “Tipo”, e vi renderete conto che non esiste il “Tipo” piú forte in assoluto, ma esiste quello che é piú adatto per quel tipo di avversario o allenatore. Capita la base della meccanica di gestione dello sviluppo del Pokémon, capirete tutto il resto della lezione avvicinandovi al “Super Allenamento Virtuale”. Questi “Mini giochi” vi consentiranno di migliorare gli EV (Valori di sforzo) di un determinato mostro. Volete potenziare l’attacco o la difesa del vostro Pokémon? Nessun problema, fate l’apposito allenamento e vi ritroverete delle stats potenziate solo dove avete deciso di potenziarle. Questa nuova modalitá intodotta a mio avviso é quello di cui questa serie aveva  realmente bisogno. Prendetevi un po’ di tempo per capire bene come sfruttare i diversi tipi di Pokémon in relazione agli allenatori che dovrete incontrare; dopo un’iniziale momento di confusione e disorientamento, capirete la chiave di volta e vi renderete conto da soli di quanto l’aver saputo specializzare un determinato componente della vostra squadra per fronteggiare un determinato tipo di avversario, possa rendervi facile la vita soprattutto in vista degli incontri con i Capo Palestra e oltre nella storia…

2013-09-04-Videogiochi-Articolo-Diretta-Pokemon-mega-evoluzioni p195355-620x350 pokemon-X-Y_screenshot-9-palestra_pokemontimes-it…From Kanto to Kalos

Paesaggi tridimensionali, inquadrature spettacolari, telecamera dinamica e le risorse del 3DS sfruttate fino all’ultima goccia. Il ciclo giorno é notte é perfettamente randomizzato, l’acqua é resa magnificamente grazie a dei giochi di luce e l’erba si sposta mossa dal vento. Scende la sera e i lampioni si accendono, sorge il sole e le luci si spengono. Ogni localitá ha le sue particolaritá, i suoi Pokémon da catturare, i suoi punti di interesse da vedere. Non ti sembra mai di vagare in un’ambientazione ripetitiva, stereotipata e schematica, in orizzontale o in verticale come a volte accadeva nei precedenti titoli. Possiamo usare i pattini, la bicicletta, usare mezzi a pagamento o cavalcare Pokémon. L’Open World che a poco a poco si compone di fronte ai vostri occhi é tutto da esplorare, pieno di novitá, elementi nuovi e vecchi mixati in salsa tridimensionale. Prendetevi del tempo, perché alcune cittá come Luminopoli sono davvero enormi e facilmente potrebbero lasciarvi disorientati. Questo é un titolo che va assaporato, parlate con tutti i NPC che incontrate e cercate di catturare quanti piú Pokémon potete, perché ricordatevi sempre una cosa: non importa che tu sia un allenatore o un pescatore… L’importante é che prima di combattere attivi la…

pokemon_x_and_y_wallpaper_1980x1080_by_arakareeis-d64psho.png Kalos-Region-Pokemon-X-and-Y_1024x768may_supp_p3_5_it

… Stereoscopia!

é qui infatti la grande novitá rispetto ai predecessori: il combattimento. Vi ricordate le animazioni appena accennate, con Sprite fastidiosi e inquadrature sempre alle spalle del vostro  Pokémon? Ecco, dimenticatevi tutto. Non riuscite a parlare? Comprensibile… L’inquadratura si sposta a tutto tondo, riprendendo i Pokémon durante lo scontro da diverse angolazioni. Le mosse  sono varie, e varie sono le animazioni a seconda dell’attacco ma soprattutto a seconda del mostro che le esegue. In questi frangenti é possibile apprezzarne la grafica del tutto nuova e il relativo sfruttamento delle risorse di sistema, ma purtroppo una spettacolarizzazione cosí elevata mette in evidenza tutti i rischi che occorre prendersi quando si vuol spingere sull’acceleratore di una consolle portatile: i problemi di anti-aliasing sono evidenti, cosí come i cali di frame rate durante le mosse piú elaborate e lunghe che vi porteranno a disattivare il 3D in alcuni momenti, per evitare di  perdere addirittura il controllo dello schermo tattile. É proprio l’utilizzo dello schermo touch a meritare l’ennesima menzione di merito di questo titolo: utilizzandolo come un pad chiamato HoloVox, potrete ricevere le chiamate degli altri personaggi e gestire tutta una serie di funzioni tra cui le modalitá di interazione con i vostri Pokémon.

15023_4a august_p14_06 614333

Conclusioni

Se giocherete a questo titolo, difficilmente non vi colpirá. Pokémon X e Y si differenziano per la solita lista di Pokémon che potete trovare solo in una o nell’altra release, ma non é questo il punto. É possibile lamentarsi per lo scarso numero di Pokémon nuovi, a favore di una riscoperta dei Pokémon delle precedenti generazioni, cosí come é possibile lamentarsi per tutta una serie di cose che possono non piacere, ma é innegabile il passo avanti fatto per mantenere competitivo un gioco che rischiava di aver stufato. Potete giocare la storia principale e finirlo in una ventina di ore, come potete decidere di andare oltre e darvi alla modalitá On Line per incontrare allenatori da tutto il mondo, pronti a farvi capire quanto in realtá di “Gioco per bambini” qui ci sia davvero poco. L’ambientazione é curata al massimo, piena di dettagli e caratteristiche che variano di cittá in cittá e si ha sempre la sensazione di non aver esplorato davvero tutto. Ci sarebbe da dire tanto altro, ma non é né il momento né la sede giusta per farlo. Se avete un 3DS e volete giocare qualcosa di davvero particolare e coinvolgente, non esitate a procurarvi questo titolo. X o Y? Scegliete voi…

FemaleTrainerMegaRingScreenshot2 Te5gV07 Yveltal-Pokemon-X-and-Y_1024x768-Copia

Qui DrillMaster,

sono appena tornato dalla vacanza in quel di Kalos… Mi sono follemente innamorato dell’Infermiera del Centro Pokémon di Luminopoli. Cosa dite, provo a mandarle un tweet?

 cheshiretech

Annunci

5 thoughts on “Gotta catch ‘em all!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...